ORBETELLO. LA MASSONERIA

GiovineItaliaAll’epoca del Risorgimento italiano la Massoneria ebbe una qualche funzione positiva per cui, qualche tempo fa, nel momento dell’allestimento delle mostre allestite a Talamone nel 2007, 2010 e 2011 fui preso dalla voglia di raccogliere qualche notizia storica sulla Massoneria nella nostra città. Mi resi subito conto che si trattava di un tema non facile da affrontare, per le palesi reticenze quando affronti il discorso con persone che, si dice, ne facciano parte m a, soprattutto, per le difficoltà nel reperimento di documenti a supporto della ricerca storica. Tuttavia, riuscii a trovare queste notizie, che sono, senza dubbio, utili per comprendere quanto anche ad Orbetello abbiano operato queste società segreta, ma non sufficienti ed esaurienti per approfondire questo ramo della nostra storia. Mi sono perciò deciso a pubblicarle, con la speranza di trovare notizie e documentazione e qualcuno disposto a collaborare.

RL:. UNITA’ MASSONICA OR:. Orbetello (GR) fondata nel 1874 ca.
Si trattava di una Loggia di Rito Scozzese, all’obbedienza del Grande Oriente d’Italia. E’ citata nell’Almanacco del Libero Muratore del 1875, pubblicato dalle Logge di Rito Simbolico di Milano
Il 12 giugno 1875, una rappresentanza della Loggia è presente alla consacrazione del Tempio massonico di Civitavecchia.
Il 26 giugno 1875 ad Orbetello venne “solennemente inaugurato il modesto si ma convenientissimo tempio della Loggia”; in quel periodo è Maestro Venerabile Raffaello Catta.
Nel 1877 sono eletti: Venerabile Giovanni Rigetti, 1° Sorvegliante Luciano Pucci, 2° sorvegliante Antonio Maier, Oratore Antonio Colombi e Segretario Generoso Pucci.
In quello stesso anno, la Loggia orbetellana partecipava all’Assemblea Generale di Roma, rappresentata da Giovanni Rigetti, presso il quale, aveva indirizzo nel 1878.
Si trova elencata nell’Almanacco del Libero Muratore pubblicato dalle Logge “La Ragione” e “La Cisalpina” di Milano nel 1880, con indirizzo sempre presso il Dottor Giovanni Rigetti
Una rappresentanza della Loggia era presente a Prato ai solenni funerali dell’ex Gran Maestro Giuseppe Mazzoni.
Il 14 maggio 1880 venne sciolta per morosità con decreto n. 48 del 9 dicembre 1881.
Venne ricostituita, di Rito Scozzese, il 23 giugno 1893, con decreto del Gran Maestro Lemmi, n. 3, sempre all’obbedienza del Grande Oriente d’Italia e nel 1895, venne inserita dal Grande Oriente d’Italia tra le Logge di prima Categoria, quelle cioè che sono in regola con il tesoro (pari con i contributi) e hanno trasmesso gli atti richiesti dalla circolare n. 10 del 15 marzo.
Sempre in quell’anno, sottoscriveva lire 5 per la costruzione del monumento al Zappetta nel cimitero di Napoli.
Nel 1896 il Grande Oriente approvava le elezioni di Loggia, e nel 1899, veniva sciolta per “lo stato di assoluta inerzia” e per “grave arretrato con le contribuzioni”.

ELENCO DEGLI APPARTENENTI ALLA LOGGIA
Francesco Adami, Oreste Adami, Eugenio Bernaroli, Luigi Bernaroli, Fortunato Buti, Salvatore Camerino, Arturo Cantieri, Raffaello Catta, Antonio Colombi, Pio Capezzoli, Francesco Diaz De Palma, Azzarita Lattes, Antonio Mayer, Guglielmo Marcelli, Andrea Paffetti, Pietro Paffetti, Generoso Pucci, Luciano Pucci, Giovanni Rigetti, Italo Rosatelli, Fortunato Ruti, Aristippo Sadum, Ferdinando Soldaini (o Soldatini), avv. Adriano Ugazzi (Oratore aggiunto 1894), Guglielmo Ugazzi.
*****
RL:. TRIANGOLO OR:. Orbetello (GR) fondata nel 1912.
La Loggia Triangolo venne costituita con decreto n. 51 del 15 novembre 1912, sotto gli auspici della Logia “Ombrone” di Grosseto.
E’ stata attiva dal 1912 al 1923.
*****
RL:. PIETRO CARNESECCHI OR:. Orbetello (GR) fondata nel 1923.
Loggia costituita all’obbedienza della Ser.ma Gran Loggia d’Italia, detta di Piazza del Gesù.
Nella tornata a Logge riunito tenuta a Civitavecchia, nei locali della Loggia “Giuseppe Mazzini” il 18 maggio 1923, Orbetello era presente con la Loggia “Ettore Socci”.
La Circolare alle Logge del 15 ottobre 1923, da notizia che il Fr:. Otello Angiolini era stato espulso per il suo atteggiamento accondiscendente nei riguardi del fascismo e per il quale era avvenuta l’adunanza scismatica del 23/24 marzo.
Sarebbe necessario approfondire e chiarire questa parte delle notizie, in quanto, prima si parla della Loggia “Pietro Carnesecchi” e subito dopo della Loggia “Ettore Socci”.
Queste notizie fanno pensare, che in quel momento, ad Orbetello agivano due Logge massoniche.
Oltre alle notizie fin qui riportate, dobbiamo registrare altri due documenti in nostro possesso, due fogli volanti del 1897, che polemizzano con il Priore di Orbetello, Don Domenico Rinaldi, che in quel momento stava facendo di tutto per ripristinare la processione religiosa durante le feste di maggio. Ebbene, questi due fogli volanti sono firmati “Loggia Massonica Valle dell’Albegna”. Si tratta certamente di un altra Loggia operante sul territorio comunale orbetellano.
Pertanto, riepilogando, si deve registrare che dal 1874 in poi le Logge massoniche di Orbetello dovrebbero essere state le seguenti:
1 – Unità Massonica;
2 – Triangolo;
3 – Pietro Carnesecche;
4 – Ettore Socci;
5 . Valle dell’Albegna.

Notizie tratte da: “Una Loggia Massonica della Maremma” di Giampiero Caglianone, edito dal Centro Studi A. Gabrielli di Massa Marittima nel 1996, da documenti dell’Archivio Storico del Comune di Orbetello, da “Rassegna Massonica”, anno XIII, n. 6-7 del giugno-luglio 1923, e da una “Circolare alle Logge” del 25 novembre 1923.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...