TALAMONE. Il salvataggio.

TalamoneIl giorno 17 dicembre 1924 un idrovolante proveniente da Vigna di Valle e diretto a Livorno, per un improvvisa avaria al motore fu costretto ad un ammaraggio forzato nei pressi di Cala di Forno, in un tratto di costa a picco sul mare, dove non era possibile approdare.
L’aereo, in balia delle onde veniva sospinto a largo dal vento, quel giorno abbastanza forte.
Angelo Berni e Barzellini Giacomo di Talamone, che si trovavano a pescare nei pressi di Cala di Forno, unici presenti all’accaduto, senza pensare al pericolo che avrebbero corso, si lanciarono con la loro barca verso l’aereo e dopo tre ore circa di sforzi inauditi, riuscirono a portare in salvo nel porto di Talamone aereo ed uomini dell’equipaggio.
Il 9 febbraio 1925, il Sindaco di Orbetello riceveva una lettera del Comando dell’80° Gruppo e Base Idrovolanti di Orbetello con la quale, dopo aver segnalato l’opera encomiabile dei due cittadini talamonesi, conclude: “Nell’esprimere la gratitudine del personale navigante di questo Idroscalo, si propone che la loro opera sia portata a conoscenza della cittadinanza e che ai medesimi sia rilasciato un documento attestante la loro azione meritoria.”

di Giovanni Damiani Inviato su Storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...